PSC – Piano di sicurezza e coordinamento


PSC – Piano di sicurezza e coordinamento

Digitare per versione libera in PDF

Indicazioni generali per la stesura dei piani di sicurezza e coordinamento per cantieri temporanei e mobili


Prefazione al PSC

Quello che ho notato, nel corso di tutti gli studi fatti per “imparare a fare il coordinatore della sicurezza” è che tutti i docenti, non entravano mai nel merito di come dovesse essere un piano di sicurezza e coordinamento decente. Erano solo loro gli eletti che “sapevano” e, noi poveri alunni, non potevamo che immaginare come poteva essere.

A distanza di tempo riesco a comprendere il perché di tutto questo. È per loro (docenti) un sistema per rimanere sulla breccia. Il loro mostrare e nascondere cose (piani di sicurezza con cancellazione e/o offuscamenti), è solo un modo per continuare ad operare, ad auto tutelarsi.

Ora che vi ho espresso il mio più che personale pensiero, andiamo al dunque: Il Piano di sicurezza e coordinamento (PSC) che troverete su questo sito, rappresenta l’elaborazione effettuata dallo scrivente nel corso della sua piccola esperienza come coordinatore per la progettazione (CSP) e, perché no, anche per l’esecuzione (CSE).

Quello che pubblico, è tutto ciò che è in mio possesso: da questo, ogni collega può estrapolare solo quello che ritiene utilizzabile per le sue necessità, riducendo notevolmente la mole del tomo, fino ad arrivare al suo PSC personale vero e proprio.

Come è plausibile l’autore declina ogni responsabilità sull’utilizzo dell’elaborato dato ad uso gratuito.

La struttura sembra mastodontica ma, vi garantisco, che con un po’ d’occhio e qualche inserimento personale, il tutto si dimostra molto funzionante.

La struttura è così definita:

Il Piano è articolato in quattro parti:


 

Prima parte – ” Informazioni generali”

  • descrive tutte le caratteristiche generali inerenti all’opera (informazioni generali, descrizione e programma lavori, organizzazione del cantiere, rischi, misure tecniche di prevenzione, costi della sicurezza, prescrizioni, normativa ecc.).

Questa sezione è quella modificabile a cura dell’utilizzatore ed è completamente editabile.

Versione libera in PDF

Versione libera in Microsoft Word


 

Seconda parte – “Schede di analisi e valutazione dei rischi”

  • contiene le schede di analisi e valutazione dei rischi per le tipologie dei lavori previsti, delle macchine, utensili ed attrezzature impiegate, dei dispositivi di protezione individuali e dei rischi specifici riscontrabili nei cantieri temporanei mobili.

Questa sezione è quella fissa, le schede che deve contenere, debbono provenire da quello che è richiesto nel “PSC Prima parte”.

È cura del compilatore, scegliere quelle giuste ed inerenti alle lavorazioni preventivate.

A mio modesto avviso, questa parte è quella che dovrebbe essere di piena conoscenza delle maestranze (ovviamente le schede pertinenti alle singole figure).

Versione libera in PDF

 

Terza parte – “Valutazione dei rischi per il personale addetto”

  • contiene la valutazione dei rischi per il personale addetto impiegato in cantiere.

È cura del compilatore scegliere ed estrarre tutte le schede inerenti alle maestranze impiegate nei lavori.

È consigliabile dare copia delle singole schede ad ogni figura individuata.

Questa parte è più da “piano operativo di sicurezza” ma, è un buon riferimento a quest’ultimo se inserita anche nel PSC.

Versione libera in PDF

 

Quarta parte – “Computo metrico estimativo oneri della sicurezza”

  • contiene un esempio di computo metrico estimativo analitico dei costi della sicurezza.

Nel sito è comunque presente l’elaborato: “Computo metrico estimativo”, basta adattarlo alla situazione, considerando che ormai tutti i prezziari riportano gli oneri della sicurezza.

Esempio in Microsoft Excel

 

Da allegare al PSC:

  • planimetrie del cantiere per disegni in CAD,
  • cronoprogramma della sicurezza (in questa sezione del sito sono presenti elaborati per la realizzazione del cronoprogramma in giorni consecutivi o settimanale);
  • Altro.

Si rimanda alla visione del “PSC Esempio” inserito all’inizio per una visione totale dell’insieme.


Link correlati