Calcolatore verifica offerte anomale Metodo B – D.Lgs. 36/2023

Calcolatore verifica offerte anomale Metodo B – D.Lgs. 36/2023

Per accedere al programma completo, bisogna essere registrati

Programma gratuito che effettua automaticamente la verifica delle offerte anomale come dettato dal D.lgs 36/2023 Allegato II.2 Metodo B

Siamo lieti di presentarvi il Calcolatore verifica offerte anomale Metodo B – D.Lgs. 36/2023

questo programma ideato e realizzato da Itieffe dedicato ai lavori pubblici. In un contesto in cui la trasparenza, l’efficienza e la correttezza sono essenziali per il buon esito di progetti infrastrutturali, questo strumento si propone di essere il vostro alleato nella verifica accurata e tempestiva delle offerte presentate dalle imprese, secondo le direttive di Legge.

Il mondo dei lavori pubblici richiede un approccio meticoloso per garantire la corretta allocazione delle risorse, la qualità delle prestazioni e l’aderenza a rigide normative.

Questo “Calcolatore di Verifica” è stato sviluppato per agevolare il processo di analisi delle proposte, identificando in modo rapido e preciso eventuali anomalie e discrepanze che potrebbero sollevare dubbi sulla validità delle offerte stesse.

Questo strumento si rivolge a professionisti del settore, enti pubblici e tutte le figure coinvolte nella gestione dei lavori pubblici.

Interfaccia

La sua interfaccia intuitiva, insieme alle avanzate funzionalità analitiche, mira a semplificare il complesso processo di verifica, promuovendo al contemporaneo la trasparenza e la legalità nelle procedure di appalto.

Affidabile e basato su algoritmi sofisticati, questo Calcolatore rappresenta un baluardo contro eventuali pratiche scorrette, contribuendo a preservare l’integrità del processo di appalto e assicurando che le risorse pubbliche siano impiegate nel miglior modo possibile.

Vi invitiamo a esplorare le potenzialità di questo strumento con fiducia, consapevoli che il suo utilizzo mirato si tradurrà in una gestione più efficiente e trasparente dei lavori pubblici.

Calcolatore verifica offerte anomale Metodo B – D.Lgs. 36/2023

In rete si trova molto materiale che offre indicazioni di come effettuare la verifica delle offerte anomale. Alcuni offrono programmi gratuiti per il calcolo ma di difficile comprensione ed utilizzo, altri li offrono a pagamento ma con costi non indifferenti.

Programma completamente gratuito

Noi forniamo un programma completamente gratuito e soprattutto di facile utilizzo completo di dettagliate istruzioni. Chiunque, se iscritto, lo può scaricare ed utilizzare a piacere (la versione è in Microsoft Excel).

Inserendo solo l’importo a base di gara e i nominativi delle ditte con i relativi ribassi offerti, il programma calcola immediatamente il ribasso vincente e indica il nome della ditta che ha l’aggiudicazione provvisoria con applicato lo sconto della seconda classificata. 

Esegue questa operazione ai sensi del D.lgs 36/2023 Allegato II.2 – Metodo A punto 1 – Metodo A punto 2 e Metodo B.

In questo caso, il programma gratuito effettua automaticamente il calcolo per la verifica delle offerte anomale come dettato dal D.lgs 36/2023 Allegato II.2 – Metodo B.

Altri metodi

Nel caso di offerte superiori a 15, si ricorre al Metodo A punto 1 dello stesso D.Lgs e si utilizza il programma: “Calcolatore verifica offerte anomale >15 imprese“.

Nel caso di offerte inferiori a 15, si ricorre al Metodo A punto 2 dello stesso D.Lgs e si utilizza il programma: “Calcolatore verifica offerte anomale <15 imprese“.

 

D.lgs 36/2023 Allegato II.2 Metodo B

1) La soglia di anomalia è determinata come segue:

a) calcolo della somma e della media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10 per cento, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e quelle di minor ribasso; le offerte aventi un uguale valore di ribasso sono prese in considerazione distintamente nei loro singoli valori; qualora, nell’effettuare il calcolo del 10 per cento, siano presenti una o più offerte di eguale valore rispetto alle offerte da accantonare, dette offerte sono altresì da accantonare;

b) calcolo dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la media calcolata ai sensi della lettera a), esclusi quelli accantonati di cui alla lettera a);

c) calcolo della soglia come somma della media aritmetica e dello scarto medio aritmetico dei ribassi di cui alla lettera b);

d) calcolo di un valore percentuale pari al prodotto delle prime due cifre dopo la virgola della somma dei ribassi di cui alla lettera a) applicato allo scarto medio aritmetico di cui alla lettera b);

e) calcolo della somma di tutte le cifre, sia prima che dopo la virgola fino al secondo decimale, della somma dei ribassi di cui alla lettera a);

f) la soglia di anomalia è uguale alla soglia di cui alla lettera c):

1 – decrementata del valore di cui alla lettera d), nel caso in cui il valore di cui alla lettera e) sia pari;2. 2 – 2 – incrementata del valore di cui alla lettera d), nel caso in cui il valore di cui alla lettera e) sia dispari.

2) Tutti gli sconti pari o inferiori alla soglia di anomalia di cui al punto 1), inclusi quelli accantonati nel calcolo di cui al punto 1), lettera a), sono offerte “non anomale”.

Tra tutte le offerte “non-anomale”, la stazione appaltante individua come vincitrice l’impresa che abbia offerto lo sconto maggiore. Lo sconto di aggiudicazione corrisposto a questa impresa aggiudicataria è pari allo sconto maggiore tra tutti quelli ammessi ed escluso quello dell’impresa aggiudicataria (c.d. “metodo del secondo prezzo”). In caso di pareggio con più offerte identiche allo sconto maggiore, il vincitore è estratto a sorte tra queste offerte e lo sconto di aggiudicazione riconosciuto è pari allo sconto offerto dall’aggiudicataria.

Secondo prezzo

Descrizione del metodo del “secondo prezzo”: una volta pervenute le offerte, espresse come sconto rispetto alla base d’asta, la stazione appaltante procede al calcolo della soglia di anomalia come indicato al punto 1) ed esclude tutte le offerte che presentino sconti superiori a tale soglia. Dopodiché, per le offerte individuate come “non-anomale”, la stazione appaltante ordina i relativi sconti dal maggiore al minore come s1 > s2 >…> sN: vince l’impresa con sconto pari a s1 e lo sconto di aggiudicazione del contratto è pari a s2. Nel caso di un pareggio tra due (o più) sconti più alti (ovvero se s1 = s2), allora l’impresa vincitrice è sorteggiata tra tutte quelle che abbiano offerto lo sconto più alto e lo sconto di aggiudicazione è pari allo sconto offerto da questa stessa impresa.

Indipendentemente dai meccanismi di individuazione delle offerte anomale adottati e dal numero di offerte, la stazione appaltante può comunque valutare la congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa (art. 54 comma 1 del Codice).

Se dal giudizio tecnico della stazione appaltante risulta dubbia la congruità, serietà, sostenibilità e realizzabilità dell’offerta, anche in tal caso l’operatore economico è obbligato a fornire tutte le spiegazioni richieste sul prezzo o sui costi proposti (art. 110, comma 2 del Codice).

Istruzioni per il programma di calcolo della soglia di anomalia Metodo B

Calcolatore verifica offerte anomale Metodo B – D.Lgs. 36/2023

Iniziamo con l’inserire i dati della gara comprensivi dei nominativi delle imprese e i ribassi offerti anche in ordine sparso:

  1. inserire le indicazioni della gara;
  2. inserire data;
  3. immettere l’importo a base di gara con esclusione degli oneri non soggetti a ribasso;
  4. immettere i nominativi delle ditte che partecipano alla gara, tali nominativi verranno riportati in automatico nelle sezioni corrispondenti del foglio Ribasso %;
  5. immettere il ribasso offerto. Questi valori, vanno tutti selezionati, ed incollati nel foglio Ribasso (unica cosa che viene fatta in manuale) iniziando dalla cella B15;
  6. Non attivo;
  7. se appare la scritta: “ATTENZIONE VALORI IDENTICI PRESENTI” i dati non sono validi (consiglio non vincolante: per ribassi offerti identici (diventano di colore rosso), provare a modificare il primo ribasso aggiungendo valore 0,01 e vedere i risultati di aggiudicazione, poi fare la stessa cosa con il secondo e ricontrollare i risultati. Non debbono esserci variazioni. Si rimanda alla scelta personale del compilatore questa incombenza (tra l’altro alquanto rara) (Nota 1);
  8. semplice convertitore che indica gli importi in funzione del ribasso e viceversa (ribassi in funzione degli importi).

Nota 1: le offerte aventi un uguale valore di ribasso sono prese in considerazione distintamente nei loro singoli valori; qualora, nell’effettuare il calcolo del 10 per cento, siano presenti una o più offerte di eguale valore rispetto alle offerte da accantonare, dette offerte sono altresì da accantonare (il programma non lo prevede).

Ora procediamo con analizzare la seconda parte prendendo in considerazione quella con riportati i ribassi offerti (la sezione con gli importi offerti offre identiche elaborazioni e risultati).

  1.  qui è indicato il numero delle offerte che verranno escluse per effettuare il ribasso medio pari al 10% delle stesse (calcolo della somma e della media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10 per cento, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso);
  2. riporta l’importo a base d’asta con esclusione degli oneri non soggetti a ribasso, proveniente dalla sezione “Dati”;
  3. Dati elaborati in automatico;
  4. è indicato il numero delle offerte ammesse;
  5. è riportato il ribasso vincente;
  6. è riportato il nome della ditta aggiudicataria provvisoria;
  7. è indicato lo sconto applicato in aggiudicazione provvisoria con la regola del “SECONDO PREZZO”;
  8. riporto automatico dei nominativi delle ditte proveniente da “Dati”;
  9. cella B15 da dove iniziare ad incollare i valori;
  10. Riepilogo dati impresa vincitrice.

     

Questo programma è ceduto a uso gratuito. Qualsiasi utilizzo è sotto la responsabilità diretta del compilatore. Effettuare opportuni controlli prima di giudicarlo affidabile ed utilizzabile. 

È gradita la segnalazione di eventuali inconvenienti effettuabile tramite mail a: info@itieffe.com

Attenzione: programma progettato per desktop, seppur utilizzabile, non adatto agli smartphone.

Per accedere al programma completo, bisogna essere registrati

Ti puoi iscrivere ora cliccando QUI

 

◄ Indietro

error: Alert: Content selection is disabled!!