Tubazioni trasporto gas

Tubazioni trasporto gas

ll riferimento normativo l’attuazione dei criteri e delle procedure vigenti in materia di sicurezza per il trasporto e l’uso del gas in ambito domestico (portata termica degli apparecchi <35kW) è la UNI 7129/2008.

Nella norma si definiscono oltre alle sezioni minime delle tubazioni che devono garantire una fornitura di gas sufficiente a coprire la massima richiesta limitando la perdita di pressione tra il contatore e qualsiasi apparecchio di utilizzazione, i materiali che costituiscono la parte fissa degli impianti (tubazioni, giunzioni, raccordi, rubinetti).

ln particolare le tubazioni possono essere di:

  • acciaio
  • rame
  • polietilene

I tubi di acciaio

possono essere senza saldatura oppure con saldatura longitudinale e devono avere

caratteristiche prescritte dalla UNI EN 10255.

I diametri e gli spessori minimi sono indicati nel prospetto seguente:

Tubi acciaio – Diametri e spessori

Diametro esterno Ø mm

17,2

21,3

26,9

33,7

42,4

48,3

60,3

76,1

88,9

 

Diametro nominale DN

10

15

20

25

32

40

50

65

80

 

Spessore mm

2

2,3

2,3

2,9

2,9

2,9

3,2

3,2

3,6

 

I tubi di acciaio con saldatura longitudinale se interrati occorre prevedere che abbiano caratteristiche uguali a quelle dei tubi usati per pressione massima di esercizio < 5 bar (UNI EN 10208-1).

Le giunzioni dei tubi d’acciaio possono essere realizzate utilizzando parti e raccordi con estremità filettate conformi alla UNI EN 10226-1 e UNI EN 10226-2, oppure a mezzo di saldatura di testa per fusione.

Per la tenuta delle giunzioni filettate possono essere impiegati materiali di tenuta che soddisfino le norme di prodotto ed utilizzati in conformità alle istruzioni del fabbricante:

– UNI EN 751-1 per materiali indurenti (sigillanti anaerobici);

– UNI EN 751-2 per materiali non indurenti (gel, paste, impregnanti, ecc.);

– UNI EN 751-3 per nastri di PTFE non sinterizzato.

È vietato l’uso di fibre di canapa, anche se impregnate del composto di tenuta, su filettature di tubazioni

convoglianti GPL o miscele GPL-aria. È vietato in ogni caso l’uso di biacca, minio e materiali simili.


I tubi di rame

devono avere caratteristiche prescritte dalla UNI EN1057. I diametri e gli spessori minimi sono indicati nel prospetto seguente:

Tubi di rame – Diametri e spessori

Diametro esterno Ø mm

12

14

15

16

18

22

28

35

42

54

 

Spessore mm

1

1

1

1

1

1,5

1,5

1,5

1,5

2

 

Le giunzioni dei tubi di rame possono essere realizzale mediante raccordi adatti sia per brasatura capillare dolce sia per la brasatura forte conformi alla UNI EN 1254-1. Le leghe per la brasatura dolce devono essere conformi a UNI EN 29453 e quelle per la brasatura forte devono essere conformi a UNI EN1044 – raccordi adatti solo alla brasatura forte conformi alla UNI EN 1254-5.

Le leghe per la brasatura forte devono essere conformi alla UNI EN 1044 – raccordi meccanici a compressione conformi alla UNI EN 1254-2; – raccordi misti per la giunzione tubo di rame con tubo di acciaio ed anche per il collegamento di rubinetti, di raccordi portagomma, ecc. conformi alla UNI EN1254-4.

Non sono ammesse giunzioni dirette (bicchieratura, derivazione a T, ecc.) tra tratti di tubazione senza l’utilizzo di appositi raccordi.


I tubi di polietilene

da impiegare unicamente per le tubazioni interrate (e in ogni caso devono essere protette contro le radiazioni solari ed a condizione che il tubo non entri all’interno dell’edificio), devono avere caratteristiche qualitative e dimensionali non minori di quelle prescritte dalla UNI EN 1555-2.

Per i diametri di uso corrente, gli spessori minimi sono indicati nel prospetto seguente:

Tubi di polietilene – Diametri e spessori

Diametro esterno Ø mm

20

25

32

40

50

63

75

90

110

Spessore mm

3

3

3

3

3

3,6

4,3

5,2

6,3

Le giunzioni dei tubi di polietilene possono essere realizzate mediante:

– raccordi di polietilene conformi alla UNI EN 1555-3 con saldatura per elettrofusione realizzata in conformità alla UNI 10521;

– raccordi di polietilene conformi alla UNI EN 1555-3 con saldatura per fusione a mezzo di elementi riscaldati conformemente alla UNI 1052O;

– raccordi meccanici conformi alla UNI EN 1555-3;

– raccordi meccanici con giunzioni miste polietilene – metallo, conformi alla UNI 9736. I raccordi meccanici possono essere installati fuori terra o in pozzetti di ispezione.


Informazioni ed accorgimenti generali

Le tubazioni gas devono essere posate preferibilmente all’esterno dell’edificio, limitando il più possibile il percorso all’interno dei locali.

È vietato installare impianti per gas aventi densità relativa maggiore a 0,8 in locali con pavimento al di sotto del piano di campagna.

Le tubazioni possono essere collocate in vista, sottotraccia o interrate, in guaine.

È consentito l’attraversamento di intercapedini chiuse, di muri pieni o forati, di solette (pavimenti e soffitti) purché la tubazione nell’attraversamento, non abbia giunzioni di nessun tipo (saldate, filettate o meccaniche) e sia collocata all’interno di un tubo guaina passante.

Nel caso di intercapedine chiuse la guaina deve essere di acciaio avente diametro di almeno 10 mm maggiore del diametro esterno della tubazione gas e spessore minimo di 2 mm con sigillatura della estremità rivolta solo verso l’interno.

Nei casi delle figure A e B la guaina deve essere costituita da tubi metallici o da tubi in plastica non propagante fiamma aventi diametro interno maggiore di almeno 10 mm del diametro esterno della tubazione gas.


Fig. A Attraversamento di muri perimetrali esterni in mattoni pieni

Legenda

1 Ambiente esterno

2 Ambiente interno

3 Tubo guaina

4 intercapedine

5 Sigillatura

6 Tubazione gas

7 intonaco esterno

8 intonaco interno

9 Raccordo di giunzione


Fig. B Attraversamento di solai (pavimenti o soffitti)

Legenda

1 Tubazione gas

2 intercapedine

3 Sigillatura

4 Tubo guaina

5 Raccordo di giunzione

Link correlati