Calcolo batterie unità trattamento aria


Calcolo batterie unità trattamento aria

Il programma è tradotto nella lingua di tua scelta. Versione html compatibile con la maggior parte dei browser

Calcolo batterie unità trattamento aria

Come calcolare la potenzialità delle batterie ad acqua o elettriche, di una unità trattamento aria

Con questo programma risulterà semplice progettare la potenzialità delle batterie di una Unità trattamento aria (UTA) oppure effettuare un semplice controllo se la stessa abbia le batterie idonee all’impianto che state analizzando.

Sono state prese in considerazione le seguenti trasformazioni: generica, invernale, estiva e completa.

Ovviamente la batteria del freddo sarà esclusivamente ad acqua mentre quelle di pre riscaldamento e post riscaldamento, potrebbero essere anche elettriche

Tenere in considerazione che dopo l’uscita dell’aria dalla batteria di post riscaldamento finale, è possibile inserire altre batterie di post riscaldamento ambientali comandate in zona per una regolazione puntuale della temperatura ambiente. Si potrebbe ricorrere a ventilconvettori (fan coil) oppure a batterie elettriche o ad acqua da canalizzazione.

 Quando effettuiamo la scelta del tipo di impianto tra: “con ricircolo aria” e “a tutt’aria”, teniamo in considerazione che gli impianti a tutt’aria, sono indicati solo per alcuni tipi di ambienti tra cui: stabulazione animale ed in alcuni casi, ambienti a contaminazione controllata (P3 – P4 – Camere bianche e sterili).

Gli impianti a tutt’aria hanno un costo di gestione non indifferente rispetto a quelli con ricircolo aria.

Ultima precisazione riguarda l’umidificazione invernale da fornire all’aria non illustrata nel presente elaborato in quanto viene rimandata al programma: Umidificazione – Calcolo


Istruzioni


Andiamo ad analizzare il programma

Il programma è tradotto nella lingua di tua scelta. Versione html compatibile con la maggior parte dei browser

1 – La prima cosa da fare è la scelta di che tipo di trasformazione che si intende fare. Si possono indicare le seguenti trasformazioni: GENERICA, INVERNALE, ESTIVA, COMPLETA.

2 – Scegliamo il tipo di impianto tra: “con ricircolo aria” e “a tutt’aria”. Nel primo caso le caselle indicanti la temperatura e l’umidità relativa alla Miscela si riempiranno in automatico.

3 – Impostiamo le temperature in ingresso e di uscita in gradi Celsius o Fahrenheit e le rispettive umidità relative (%).

4 – In “Tutti i calcoli in” inserire quale unità di misura intendiamo utilizzare scegliendo tra: BTU, kcal/h, kJ, kW, Ton.

5 – Inserire quanta aria esterna dovrà trattare l’UTA.

6 – Nel caso di impianto con ricircolo aria, inserire la quantità che verrà trattata.

7 – infine, nelle caselle evidenziate e cioè dove i valori sono modificabili, inseriamo tutti i valori che vorremmo ottenere.

8 – Andiamo ad analizzare infine i valori ottenuti.

Il programma è tradotto nella lingua di tua scelta. Versione html compatibile con la maggior parte dei browser

Da qui possiamo leggere la potenzialità che dovrà fornire ogni singola batteria per ottenere i valori termoigrometrici impostati.

Facile vero?

Buon lavoro


Link correlati


Vedi il video